Chi sono

La passione per la fotografia si affaccia nella mia vita in terza media quando, fuori orario scolastico, con un grandissimo appassionato (il mio professore di artistica, il sig. Rosi), ci trovavamo in un sottoscala a sviluppare foto in bianco&nero! Rimasta latente fino alle soglie del nuovo millennio, quando, grazie al digitale e alla possibilità di avere una “camera oscura in un computer”, la passione per la fotografia è rientrata prepotente nella mia vita!
Dapprima i paesaggi, partendo dalla nostra piatta e difficile pianura fino all’altro capo del Mondo con viaggi tanto affascinanti quanto indimenticabili, da ricomporre e trasmettere con gli scatti.
Un reportage di viaggio. Ecco cosa diventavano i miei scatti al ritorno dalle mie “fughe dall’ordinario”! E protagonisti assoluti di questi reportage diventavano pian piano i volti e le espressioni, i sentimenti e gli sguardi, i gesti e le situazioni quotidiane delle persone che incrociavano il mio obiettivo!
Tante prove, tanti errori, tanta passione, tante “sbirciatine” ai più bravi, tanto studio dopo, han cominciato ad arrivare le prime soddisfazioni: piccole mostre sui muri di amici (che ringrazio caldamente!), opere commissionate da amici & sconosciuti, un libro-raccolta autoprodotto e, all’improvviso, la richiesta di partecipare ad una collatere della Biennale di Venezia: Nel 2011, a Cà Zanardi, la mia opera “Fuori Rotta” è stata vista da oltre 3.500 visitatori in meno di 25 giorni di esposizione seguita nel 2013 dall’esposizione (sempre nella medesima manifestazione) dell’opera “Multiselfie!”, un’allegoria della sempre più invadente moda dei selfie e dell’autoscatto.

La fotografia mi appassiona e mi piace avventurarmi nelle varie sfaccettature che si riescono a scoprire: paesaggi & ritratti, matrimoni & eventi sportivi, macro & photo business, still life & food photografy, fotoreportage & travel, foto creative & architettura…..insomma, tutto quello che mi emoziona e mi diverte!

In questa dozzina d’anni ho imparato che la fotografia è la materializzazione su carta della visione di ciò che ci circonda, che ci avvolge, che ci sommerge, che ci accompagna. Un divertimento. Un’evasione. Un ricordo. Un istante che non si ripeterà mai più. Una interpretazione fugace di un momento unico che possiamo rendere eterno.
Riflessione. Pazienza o tempismo. Intuito o creazione. Tecnica o istinto. Fortuna o determinazione. Ma ogni fotografia sarà sempre un messaggio per il nostro Io!